Le Grand Adret 2018 0.75-Myrko Tempus

32.90 

Il nome vuole essere un omaggio a Marius che ha piantato queste vigne nel 1962. “Le Grand Adret” è uno spot emblematico con la migliore esposizione solare.

9 disponibili

EAN: N/A COD: RB018ADRE Categoria:
 

Descrizione

Bruno Trigueiro, brasiliano di origine, apre Les Chemins De Bassac nel 2016; Bassac è una frazione che da il nome al domaine, dove le strade intorno sono un invito a passeggiare sui pendii soleggiati di ulivi, viti, querce e cipressi. Il termine “bassac” era usato anche per indicare il luogo per far riposare i cavalli (qui usati anche nei vigneti). L’azienda sorge in una vecchia tenuta del 1900, precisamente a Puimisson, a 12 km a nord di Béziers; una situazione privilegiata a livello climatico siamo tra il Mar Mediterraneo e la montagna infatti i vigneti di questo domaine hanno un altitudine che passa dai 100 metri s.d.me arriva fino ai 500metri. I suoli qui sono di tipo calcareo-argilloso provenienti da antichi terrazzi alluvionali quaternari (stadio villafranchiano). Beneficiano di un buon apporto di acqua, che consente loro di resistere anche alle estati più secche e di fornire vini ben equilibrati con un insolita finezza.
L’unica legge universale è quella che ci porta ad ottenere sempre la più bella delle materie prime: quindi tanta espressione, poca tecnologia e niente sulfurina aggiunta.
Il grappolo raschiato o intero sarà sempre molto sano. I vitigni, a seconda della sensazione del momento della vendemmia, possono essere vinificati separatamente o insieme.
Nella vinificazione vengono utilizzati solo lieviti indigeni solo così seconda la filosofia del domaine si può trovare la vera natura del terroir.
Seguiremo questa bella trasformazione con uno stato d’animo libero, la creazione sempre in primo piano guidati dalle nostre intuizioni. Non verrà utilizzato alcun dispositivo o processo di standardizzazione. Prima e dopo la fermentazione malolattica, il vino sarà alimentato con le fecce attraverso un regolare rimescolamento.
I vini saranno poi affinati seguendo diversi metodi, impiegati a seconda della cuvée, quali: botti bordolesi, mezzi muid, vecchi tini di rovere (40hl e 60hl), serbatoi di acciaio inox o resina. Così come in vigna, in cantina si misura l’importanza del rispetto degli equilibri biologici.
L’unica legge universale è quella che ci porta ad ottenere sempre la più bella delle materie prime: quindi tanta espressione, poca tecnologia e niente sulfurina aggiunta.
Il grappolo raschiato o intero sarà sempre molto sano. I vitigni, a seconda della sensazione del momento della vendemmia, possono essere vinificati separatamente o insieme.
Nella vinificazione vengono utilizzati solo lieviti indigeni solo così seconda la filosofia del domaine si può trovare la vera natura del terroir.
Seguiremo questa bella trasformazione con uno stato d’animo libero, la creazione sempre in primo piano guidati dalle nostre intuizioni. Non verrà utilizzato alcun dispositivo o processo di standardizzazione. Prima e dopo la fermentazione malolattica, il vino sarà alimentato con le fecce attraverso un regolare rimescolamento.
I vini saranno poi affinati seguendo diversi metodi, impiegati a seconda della cuvée, quali: botti bordolesi, mezzi muid, vecchi tini di rovere (40hl e 60hl), serbatoi di acciaio inox o resina. Così come in vigna, in cantina si misura l’importanza del rispetto degli equilibri biologici.

Informazioni aggiuntive

Peso 1.30 kg
Dimensioni 10 × 10 × 35 cm
Annata

Paese

Regione

Denominazione

Villaggio

Formato

Agricoltura

Vitigno

, ,

Affinamento

Vinificazione

Terreno

Allergeni

Temperatura di servizio

Gradazione alcolica

Consumo ideale

Abbinamenti

Tipologia